Ultima modifica: 28 Febbraio 2020
Istituto Superiore "Guido Galli" - Bergamo > Offerta Formativa > Passaggi da altri istituti > Passaggi da percorsi di istruzione e formazione professionale (IeFP) al sistema di istruzione Statale

Passaggi da percorsi di istruzione e formazione professionale (IeFP) al sistema di istruzione Statale

Premesso che la normativa ministeriale sottolinea come i percorsi di Istruzione e Formazione Professionale seguano un ordinamento diverso rispetto a quello dei percorsi Tecnici e a quello dei percorsi Professionali, non possono essere direttamente iscritti all’Istruzione Professionale o all’Istruzione Tecnica gli studenti provenienti da percorsi di IeFP.

Tanto premesso, gli alunni frequentanti classi IeFP potranno richiedere il passaggio a classi di percorsi tecnici o professionali esibendo all’istituto di destinazione il documento di ammissione alla classe successiva (nel caso di frequenza in classi intermedie: classe prima o classe seconda) oppure il diploma di qualifica (nel caso di frequenza nella classe terza) oppure il diploma di tecnico (nel caso di frequenza nella classe quarta).

A fronte di tale richiesta l’Istituto provvederà al riconoscimento dei crediti sulla base del DM 86/2004 e della OM 87/2004, nelle more degli adempimenti di cui al D. Lgs 226/2005, art. 1, c. 9.

Il riconoscimento dei crediti e l’ammissione dello studente in una classe di istituto tecnico o professionale, potranno essere effettuate solo al termine dello scrutinio o degli esami di qualifica o del conseguimento del diploma IeFP.

Ai fini del passaggio da percorsi di IeFP a percorsi di istruzione statale la procedura da seguire prevede:

  1. richiesta in forma scritta da parte degli interessati;
  2. valutazione della domanda e dell’esaustività della documentazione da parte del referente dell’orientamento;
  3. eventuale richiesta e raccolta di ulteriori informazioni e dati;
  4. costituzione della Commissione per il riconoscimento del credito in ingresso;
  5. la Commissione provvede al riconoscimento del credito e alla decisione circa la classe in cui inserire il richiedente:
  •  il riconoscimento dei crediti può limitarsi al solo esame della documentazione certificativa prodotta dal richiedente, qualora questa sia esaustiva. A tale scopo possono essere prese in considerazione anche documentazioni informali e non formali, le quali, per assumere valore certificativo, debbono comunque essere validate dalla Commissione.
  • Ai sensi dell’OM n. 87/2004 è prevista la possibilità di accertamento ulteriore, che può avvenire in forme liberamente definite dalla commissione (prove orali, scritte, pratiche, osservazione diretta dell’attività del soggetto).

RICHIESTA DI CONTRIBUTO PER LE PROCEDURE DI PASSAGGIO: Nei casi previsti il Consiglio di Istituto delibera l’ammontare del contributo richiesto.

SEZIONE IN AGGIORNAMENTO IN VIRTU’ DELLE NOVITA’ INTRODOTTE DAL D. LGS N. 61/2017